Creare videolezioni con FlashBack Express e Pro

FlashBack è un software (in versione gratuita e a pagamento) che si rivela utile nel caso sia necessario creare una videolezione registrando lo schermo del PC, ad esempio mostrando il funzionamento di un software o illustrando un sito internet.
FlashBack, nella versione gratuita (Express), è reperibile in rete al sito:
https://www.flashbackrecorder.com/it/express/
La versione Pro – a pagamento, la licenza perpetua costa circa 27 euro -, oltre alle funzionalità della versione gratuita consente un semplice editing del video, potendo cancellare alcune parti, equalizzare il sonoro, inserire immagini e così via. In ogni caso sono reperibili in rete molti video editor gratuiti che hanno le stesse funzioni di editing video, ad esempio VSDC video editor (link al sito: http://www.videosoftdev.com/; un tutorial di VSDC al link: https://www.youtube.com/watch?v=1wgzxfETj0k).

Lanciato il software FlashBack Recorder, comparirà un riquadro come in figura.

Si potrà decidere se catturare tutto lo schermo (o un particolare schermo, nel caso siano presenti più monitor); scegliere l’ingresso audio; se registrare o meno anche i suoni del PC (ad esempio, l’audio di un video riprodotto durante la lezione) e se attivare un riquadro che conterrà la ripresa della webcam del PC (se presente).

Selezionando il tasto Settings, si potranno definire alcuni parametri: ad esempio, se nascondere la taskbar o le icone del desktop, definire la risoluzione, se catturare le combinazioni di tasti e soprattutto stabilire le hotkeys, vale a dire le combinazioni di tasti utili per mettere in pausa la registrazione, riprenderla, fermarla. Di default, per mettere in pausa CTRL+P, per riprendere la registrazione CTRL+R, per fermare la registrazione CTRL+MAIUSC+S. Questi comandi saranno utili poiché conviene ridurre ad icona il riquadro che comparirà quando viene premuto il tasto Record.

Premuto il tasto Record, infatti, parte il conto alla rovescia e inizia la registrazione: è conveniente ridurre ad icona il riquadro di gestione della registrazione e usare le hotkey per mettere in pausa e riprendere a registrare.

Terminata la registrazione, chiudere con Shift+CTRL+S e a quel punto, premuto il tasto Save, si potrà scegliere la cartella nella quale memorizzare il file, che sarà di tipo FBR, un formato proprietario di FlashBack e non standard. Sarà dunque necessario aprire FlashBack Reader per convertire il file FBR in formato MP4, cliccando sul tasto Export.
Altri formati disponibili sono AVI e WMV. Le uniche funzioni di esportazione disponibili nella versione gratuita sono: la definizione dell’inizio e fine di salvataggio (potendo così tagliare l’inizio e la fine della registrazione) e la scala dei fotogrammi, funzione utile per un eventuale ridimensionamento del file di uscita.

Nella versione gratuita non sarà possibile editare il file (che, nel formato MP4, sarà comunque possibile editare con qualsiasi software di editing video). Nella versione Pro sarà invece possibile tagliare alcune parti ed eseguire le funzioni essenziali di editing video.

Note:
– Per una migliore resa del parlato è utile usare un microfono a cravatta (o lavalier), facilmente reperibile in rete a pochi euro (da verificare la compatibilità degli spinotti con gli ingressi del PC).
– È opportuno, all’inizio, condurre una breve prova complessiva, per verificare che la procedura seguita sia corretta e che il video prodotto sia ben leggibile.