Didattica e Covid-19

Come altre dimensioni della nostra quotidianità, anche la pratica e l’apprendimento della progettazione si collocano in un orizzonte post-digitale, in cui diversi strumenti e ambienti possono essere utilizzati in base agli obiettivi e alle contingenze. 

Oggi più che mai la pedagogia del progetto ha bisogno di ibridare la prossimità fisica di corpi, persone e spazi, con la dimensione digitale, producendo nuove relazioni secondo la prospettiva della didattica mista – ovvero un approccio che coniuga attività in presenza, in aula, e a distanza, online. È sempre più importante conoscere e sfruttare le potenzialità e specificità dei mezzi e delle soluzioni a disposizione, valorizzando la circolarità fra l’attività in aula e l’attività online, in relazione agli obiettivi formativi.

L’emergenza Covid-19 esplosa nel 2020, con i vincoli e le incertezze che impone, è allo stesso tempo una drammatica sfida e un’occasione per procedere in questa direzione, approfondendo e sperimentando diverse modalità di apprendimento.


Ripresa dell’attività didattica

Durante il primo semestre dell’a.a. 2020/21 – corrispondente alla Fase 3 dell’emergenza Covid-19 – le lezioni nel nostro Ateneo ripartono seguendo le indicazioni del Ministero, garantendo anche la ripresa delle attività in presenza. Si vedano in proposito le Istruzioni per la ripresa per gli studenti e per i docenti.

Le regole della compresenza cui eravamo abituati sono soggette a nuovi vincoli e a cambiamenti.
Vengono applicate le regole del distanziamento sociale e della protezione tramite mascherine e l’utilizzo degli spazi è ridefinito per accogliere le persone in sicurezza, garantendo la necessaria sanificazione degli ambienti – in particolare, la capienza delle aule è stata ridefinita (si veda EasyRoom).

I tempi e i modi dello svolgimento della didattiche richiedono quindi una diversa organizzazione e modulazione, attraverso forme di didattica mista, in presenza e a distanza.
In linea generale, l’orario della didattica durante il primo semestre dell’a.a. 2020/21 prevede:

  • per i laboratori di progetto, didattica in presenza fino al 70% delle ore, con aula dedicata;
  • per i corsi teorici, didattica a distanza, online, con una percentuale di ore in presenza (max 20%), previa prenotazione dell’aula da parte del docente. 

I diversi corsi di laurea e i singoli docenti interpretano questa situazione e la didattica mista tenendo conto delle limitazioni dovute all’emergenza sanitaria e in ragione degli specifici obiettivi formativi degli insegnamenti.
Ferma restando la varietà di soluzioni possibili, a mero titolo d’esempio, l’attività didattica potrà intrecciare modalità simili alle seguenti:  

  • attività a distanza: utilizzo di piattaforme di videoconferenza (es. Teams, Meet) per lezioni frontali, conferenze con ospiti, discussione su temi e materiali assegnati; utilizzo di piattaforme digitali di organizzazione, comunicazione e condivisione (es. Classroom) per assegnazione compiti, questionari, forum, consegne di lavori ecc.;
  • attività in presenza: utilizzo dell’aula per lezioni e attività di interazione e condivisione, come revisioni, workshop, seminari, verifiche ecc., eventualmente con turnazione degli studenti divisi in gruppi (specialmente nel caso di aula con capienza inferiore al numero degli iscritti).

L’attività si può svolgere anche in modalità duale, ovvero rivolgersi contemporaneamente a studenti in presenza e studenti collegati a distanza.

Tutti gli insegnamenti e le attività didattiche, in presenza e a distanza, si svolgono seguendo l’orario delle lezioni.


Attività didattica in aula

In relazione all’emergenza Covid-19, per il primo semestre dell’a.a. 2020/21 la capienza delle aule è stata ridefinita e ridotta in base alle misure di prevenzione, sanificazione e logistica previste per la ripresa in sicurezza della didattica. Si ricorda che:

  • i docenti dei laboratori organizzano le attività in presenza in base alla capienza dell’aula assegnata e al numero di studenti iscritti al corso (tramite EasyRoom);
  • i docenti degli insegnamenti teorici – che si svolgono prevalentemente online – possono organizzare limitate attività in presenza, previa verifica della disponibilità delle aule (tramite EasyRoom);
  • gli studenti, in base alle indicazioni sull’attività in aula ricevute dai docenti, prenotano la loro presenza in aula seguendo le istruzioni date alla pagina del sito Iuav.

 Attività didattica a distanza e duale

L’attività didattica a distanza si basa sull’utilizzo di strumenti e dispositivi digitali, e può avvenire in modalità sincrona o asincrona. L’attività didattica duale è quella che si svolge contemporaneamente in presenza e a distanza, ovvero si rivolge a studenti presenti in aula e studenti collegati a distanza.
Queste modalità vengono adottate in base alla disponibilità dei software e delle attrezzature tecnologiche e alle scelte che i docenti fanno in relazione alle specifiche esigenze formative del loro insegnamento.

Per i software si rimanda alla sezione dedicata in questo sito.

Per casistiche di situazioni didattiche a distanza si rimanda ai post di questo sito.


Si rimanda anche alle previsioni generali per la ripresa della didattica e per l’insegnamento a distanza pubblicate sul sito dell’Ateneo.